Francia, protesta choc operai: Fabbrica minata con bombole gas
Si dicono pronti a far saltare in aria il sito a causa del rischio chiusura dello stabilimento

Gli operai della società GM&S a La Souterraine, nella regione francese della Creuse, sostengono di avere minato lo stabilimento con bombole di gas, pronti a farlo saltare in aria per il rischio chiusura della fabbrica. È quanto riportano diversi media locali, tra cui France Info e France Bleu Creuse. Lo stabilimento produce pezzi automobilistici per Psa e Renault, che sono i principali clienti. France Info spiega che gli operai intendono fare pressioni proprio su Psa e Renault. "Abbiamo minato la fabbrica", ha annunciato a France Info Vincent Labrousse, delegato del sindacato Cgt, precisando di essere "sempre aperti alla discussione". "Non volevamo arrivare a questo punto, ma non ci lasciano scelta", ha aggiunto. Secondo France Bleu Creuse, inoltre, stamattina gli operai hanno distrutto due macchinari. Lo stabilimento è in amministrazione controllata da diversi mesi e il tribunale commerciale di Poitiers ha recentemente rinviato l'udienza al 19 maggio, secondo France Bleu Creuse per dare la possibilità di portare avanti i negoziati a Parigi con Renault e Psa, che sono appunto i principali clienti.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata