Francia, mancato arresto: 3 sospetti jihadisti si consegnano a polizia

Parigi (Francia), 24 set. (LaPresse/AP) - Si sono presentati spontaneamente al commissariato di Caylar, nel sud della Francia, i tre sospetti militanti jihadisti che le autorità francesi non sono riuscite ad arrestare ieri pomeriggio. I legali dei tre hanno detto di non sapere se gli uomini si fossero uniti con gli estremisti islamici in Siria prima di tornare in Francia passando dalla Turchia, ma hanno spiegato che si sono presentati autonomamente alla polizia. Intanto, l'opposizione di destra denuncia il dilettantismo del governo dopo il mancato arresto. I tre, fra i quali il cognato del "killer di Tolosa", Mohamed Merah, sono sbarcati a Marsiglia mentre gli agenti li attendevano all'aeroporto parigino di Orly. "È un imperdonabile scivolone", ha commentato Eric Ciotti, un deputato dell'opposizione che ha aggiunto: "Il popolo francese ha bisogno di sicurezza, di essere rassicurato, e sta ottenendo il messaggio opposto".

Secondo la stampa francese, il comandante dell'aereo della compagnia turca che doveva portarli a Parigi si è rifiutato di imbarcarli e i tre hanno preso un volo successivo, alla volta di Marsiglia. Le autorità turche avrebbero avvertito quelle francesi del cambiamento dopo il loro arrivo in Francia. Nel pomeriggio intanto il ministero degli Interni francese aveva annunciato l'arresto come fosse già avvenuto, invece gli uomini erano in libertà a Marsiglia. Subito Parigi ha accusato le autorità turche di non aver avvisato in tempo le forze dell'ordine francesi. Ora, il ministro dell'Interno Bernard Cazeneuve ha annunciato un'indagine interna spiegando che si dirigerà in Turchia quanto prima.

Uno dei sospetti, Abdelouahab El Baghdadi, è il cognato di Mohamed Merah, addestrato in Afghanistan e in Pakistan, il "killer di Tolosa" che nel 2012 assassinò 7 persone, fra cui tre bambini di una scuola ebraica. Merah è morto in una sparatoria con la polizia. Un altro sospetto, Imad Djebali, presumibilmente conosceva Merah da anni, mentre il terzo uomo è stato identificato come Gael Maurize.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata