Francia, Jean-Marie Le Pen: Rimarrò in politica fino alla mia morte

Bruxelles (Belgio), 14 apr. (LaPresse/Reuters) - Jean-Marie Le Pen rimarrà in politica finché non morirà. Il fondatore del Front National lo ha detto nel corso di un'intervista rilasciata a Reuters, che giunge dopo le polemiche con la figlia Marine, a seguito delle sue dichiarazioni sulle camere a gas naziste e sul capo del governo collaborazionista di Vichy, Philippe Petain. Parlando con Reuters Le Pen, 86 anni, che ha presieduto Front National per decenni prima di cederne le redini alla figlia nel 2011, ha ribadito la sua difesa di Petain. Secondo il politico francese il capo del governo di Vichy, la cui amministrazione partecipò alla deportazione degli ebrei nei campi di concentramento, era legittimato dall'appoggio del Parlamento all'epoca. "Perciò non penso che il maresciallo Petain fosse un traditore. Ritengo che sia stato punito molto severamente. Ho pensato che fosse un'ingiustizia", ha affermato.

Jean-Marie Le Pen ha ritirato la propria candidatura per il Front National alle prossime elezioni per la regione di Paca (Provenza-Alpi-Costa Azzurra), dopo le polemiche provocate la scorsa settimana dalle sue dichiarazioni sulle camere a gas naziste, definite "un dettaglio della storia". Il fondatore del Front National ha però affermato durante l'intervista con Reuters che non darà seguito all'altra richiesta della figlia, di lasciare del tutto la politica. "Sarò un membro del Parlamento europeo per altri quattro anni, quindi non mi ritiro per niente. Andrò fino alla fine o finché 'il Boss' non mi richiamerà indietro".

Quando gli è stata posta una domanda sulla possibilità che possa ricevere delle sanzioni dalla leadership del partito, che si riunirà la prossima settimana per discutere sulle sue affermazioni sulla Seconda guerra mondiale, Le Pen si è mostrato sprezzante. "Non vedo chi al Front National possa immaginare di sanzionare il fondatore che per 40 anni ha guidato il partito politico, al quale potrebbe essersi unito due o tre anni fa. Fa ridere. Avrebbero bisogno di un motivo. Per quale ragione? Perchè ho rilasciato un'intervista a un giornale? Non può essere serio", ha aggiunto.

Fonte Reuters - Traduzione LaPresse

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata