Francia, Hollande vince primarie socialisti

Parigi (Francia), 16 ott. (LaPresse/AP) - L'ex segretario del Partito socialista Francois Hollande ha vinto il ballottaggio delle primarie del Partito socialista francese diventando così ufficialmente lo sfidante di Nicolas Sarkozy alle elezioni presidenziali del prossimo anno. Battuto l'attuale segretario del Partito, Martine Aubry, autrice della controversa legge delle 35 ore lavorative settimanali a fine anni '90. Dopo il conteggio di 2,2 milioni di schede Hollande è in vantaggio con circa il 56% delle preferenze, contro il 44% della sua sfidante. Prima ancora che il conteggio terminasse, però, la Aubry ha riconosciuto la sconfitta. "Mi congratulo vivamente con Francois Hollande, che è chiaramente in vantaggio", ha detto, aggiungendo: "La sua vittoria è indiscutibile".

Pronte anche le dichiarazioni del vincitore. "Registro con orgoglio e responsabilità il voto di questa notte che con oltre il 55% delle preferenze mi ha dato la larga maggioranza che avevo cercato", ha detto, chiedendo poi alla sinistra francese di unirsi dietro alla sua candidatura per la presidenza alla prossime elezioni di aprile e maggio. La vittoria, ha detto Hollande, "mi dà la forza e la legittimazione" per l'atteso confronto.

Hollande, 57 anni, ex marito di Ségolène Royal, candidata alle presidenziali del 2007, sconfitta proprio da Sarkozy, è considerato un esponente moderato del Partito che ha tra le priorità del suo programma una maggiore integrazione con l'Europa. All'inizio dell'anno il principale favorito a diventare sfidante di Sarkozy era l'ex direttore generale del Fondo monetario internazionale Dominique Strauss-Kahn, che però ha dovuto ritirarsi dalla possibile candidatura dopo le accuse di molestia sessuale lanciate dalla cameriera di un hotel di New York, che lo hanno costretto anche alle dimissioni dall'Fmi.

Le congratulazioni a Hollande sono arrivate anche dall'Italia, dal Partito democratico e dal segretario Pierluigi Bersani che gli ha telefonato in serata. I due si incontreranno probabilmente nei prossimi giorni a Madrid. "Il Pd - si legge in una nota diffusa in serata da Lapo Pistelli, responsabile Esteri e Relazioni internazionali del Partito - si congratula con Francois Hollande, vincitore delle primarie francesi che hanno scelto il candidato che si batterà per l'Eliseo nel 2012. Siamo soddisfatti come partito legato da stretti rapporti di amicizia e di collaborazione politica con il Psf, che i cugini francesi abbiano adottato le 'primarie dei democratici italiani', 1 euro di contributo, una dichiarazione di sostegno e la porta aperta a tutti i cittadini. Il successo di partecipazione, addirittura più alta del primo turno, segna una strada che troverà sicuramente ulteriore attenzione in Europa". Per Pistelli "la scelta di Hollande sottolinea la volontà dei francesi di scegliere il profilo dell'uomo che può meglio battere il Presidente Sarkozy, il ritorno ad una politica 'normale', riflessiva, concreta nelle proposte, moderata nei toni".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata