Francia, Hollande concede la grazia a Jacqueline Sauvage
La donna fu condannata il a 10 anni di carcere per aver ucciso il marito da cui aveva subito abusi

Il presidente francese, François Hollande, ha concesso la grazia a Jacqueline Sauvage, condannata il 3 dicembre a 10 anni di carcere per aver ucciso il marito da cui aveva subito abusi e violenze per decenni. Lo fa sapere l'Eliseo, con una nota. Dopo la condanna, le figlie della donna avevano chiesto la grazia al capo dello Stato, affermando che l'uccisione era stata un atto disperato dopo quasi cinquant'anni di inferno coniugale. Una petizione online per la scarcerazione di Sauvage, ricorda Liberation, ha raccolto circa 400mila firme. Si erano espressi a favore della grazia anche parlamentari e media francesi. Nella nota dell'Eliseo di legge che Hollande ha preso la decisione "a fronte di una situazione umana eccezionale".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata