Fillon risponderà agli attacchi, Juppé: Io non mi candido
Il candidato alle presidenziali in conferenza stampa alle 16

 Il candidato della destra alle presidenziali francesi François Fillon terrà una conferenza stampa alle 16.  Nelle ultime settimane Fillon è stato coinvolto in uno scandalo per il presunto lavoro fittizio ricoperto dalla moglie Penelope come sua assistente parlamentare, che le avrebbe consentito di guadagnare quasi 900mila euro lordi di fondi pubblici. Uno scandalo fatto emergere da uno scoop della rivista satirica Le Canard Enchainé e che nei giorni scorsi è arrivato a coinvolgere anche i figli della coppia. Fillon punterà a difendersi dagli attacchi sorti in seguito allo scandalo sul presunto lavoro fittizio della moglie Penelope.

JUPPE'. Nonostante le "voci infondate, una conferma: per me no è no", oggi "ascoltiamo François Fillon, il nostro candidato". Così su Twitter l'ex primo ministro francese Alain Juppé, tornando a ribadire che non si candiderà alla presidenza francese anche nel caso in cui Fillon dovesse ritirarsi, in seguito allo scandalo che lo ha travolto nelle ultime settimane. "La mia posizione è chiara e definitiva, no è no", ha ribadito il sindaco di Burdeos. Juppé era arrivato secondo alle primarie della destra vinte da Fillon. Il quotidiano Le Figaro ha pubblicato oggi una rivelazione secondo cui Juppé avrebbe cambiato opinione e sarebbe pronto a guidare il cartello elettorale conservatore, dopo aver negato questa possibilità nei giorni scorsi.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata