Filippine, trovata presunta bomba vicina ad ambasciata Usa a Manila
La polizia ha fatto brillare il pacco e assicura: "Non ci sono altri allarmi"

La polizia filippina ha disinnescato un presunto ordigno trovato dagli addetti alle pulizie a pochi mesi dall'ambasciata statunitense a Manila. Lo riferiscono i media locali. Il ritrovamento è avvenuto intorno alle 6.50 ora locale. Tutta l'area è stata transennata e la bomba è stata fatta esplodere in sicurezza. All'interno dell'ordigno si trovavano un telefono cellulare collegato con alcuni fili a un oggetto circolare nero, di cui non si conoscono ancora i dettagli. Il capo della polizia del distretto di Manila, Joel Coronel, ha riferito ai giornalisti che sono in corso indagini sull'accaduto e che, attualmente, "non ci sono ulteriori minacce o nuovi motivi di allarme".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata