Filippine, scontri durante protesta contro visita di Obama a Manila

Manila (Filippine), 23 apr. (LaPresse/AP) - Oltre cento manifestanti hanno protestato davanti all'ambasciata degli Stati Uniti a Manila, capitale delle Filippine, contro la prossima visita del presidente Barack Obama e contro l'accordo che prevede un aumento della presenza dell'esercito americano nel Paese. Poliziotti armati di manganelli e protetti da scudi si sono scontrati con i dimostranti, nel tentativo di bloccarli vicino alla sede dell'ambasciata, e hanno usato un cannone ad acqua per respingere la folla. Un agente è stato colpito in faccia durante i tafferugli, ma non ci sono stati arresti. Alcuni manifestanti portavano bandiere Usa di carta con la scritta 'Obama, non sei il benvenuto". Il presidente Usa arriverà a Manila lunedì, dopo le tappe in Giappone, Corea del Sud e Malesia. La visita si svolge in un momento in cui Manila e Giappone stanno cercando di finalizzare un nuovo accordo sulla sicurezza, che permetterà a un numero maggiore di soldati, aerei e navi americani di essere dispiegati in alcune base militari delle Filippine.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata