Filippine, firmato accordo con ribelli Milf

Manila (Filippine), 15 ott. (LaPresse/AP) - I ribelli separatisti del Fronte islamico di liberazione Moro (Milf) delle Filippine hanno firmato l'accordo preliminare con il governo, che prevede la creazione di una nuova regione autonoma nel sud. Il documento è stato siglato al palazzo presidenziale di Manila dal negoziatore del governo, Marvic Leonen, e dal rappresentante del Milf, Mohagher Iqbal. Alla cerimonia erano presenti anche il presidente Benigno Aquino III, il leader del gruppo separatista, Al Haj Murad Ebrahim, entrato per la prima volta nel palazzo del capo di Stato, e il premier della Malesia, Najib Razak, che ha mediato l'accordo.

"Siamo uomini e leader che vogliono fare la differenza e per questo abbiamo deciso che è arrivato il momento per noi di scegliere il percorso morale", ha affermato Najib. "L'accordo - ha continuato - proteggerà i diritti del popolo Bangsamoro e preserverà la sovranità e l'integrità territoriale delle Filippine". Il documento, ha però sottolineato, "non risolverà tutti i problemi, ma fissa i parametri per trovare la pace, che dopo quarant'anni è vicina".

Il documento di 13 pagine elenca una serie di punti generali su questioni centrali, tra cui l'estensione dei poteri, delle entrate economiche e dei territori garantiti alla nuova regione autonoma musulmana, che sarà chiamata Bangsamoro. L'accordo chiede inoltre l'istituzione di una Commissione di 15 membri che prepari una legge alla base della creazione della regione. Il documento prevede infine un percorso che porti a un accordo di pace finale entro il 2016, garantendo alla minoranza musulmana un'autonomia più ampia nel sud del Paese in cambio dell'interruzione delle violenze. Negli ultimi 40 anni, l'insurrezione del gruppo separatista Milf ha provocato decine di migliaia di morti e paralizzato lo sviluppo delle Filippine.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata