Filippine, arrestata per corruzone presidente Arroyo

Manila (Filippine), 4 ott. (LaPresse/AP) - La polizia delle Filippine ha arrestato l'ex presidente Gloria Macapagal Arroyo e la terrà temporaneamente in stato di fermo in un ospedale, nell'ambito di un caso di corruzione, terza indagine nei suoi confronti da quando due anni fa ha lasciato la presidenza. La corte anti-corruzione filippina ha ordinato l'arresto per l'utilizzo improprio di 8,8 milioni di dollari di fondi per una lotteria nazionale durante gli ultimi anni del mandato dell'ex capo di Stato. La corte in precedenza aveva respinto il tentativo della difesa di mettere in dubbio le basi delle accuse, azione mirata a bloccare la possibilità di un ordine di arresto. Il mandato è stato notificato alla Arroyo in ospedale, dove si trova per ricevere cure al collo.

In precedenza, la Arroyo era rimasta in stato di fermo in un ospedale per circa otto mesi, a causa di un'accusa di brogli per cui a luglio ha pagato la cauzione. L'altro caso contro di lei riguardava un accordo con una compagnia di telecomunicazioni cinese, e anche per questo ha pagato una cauzione.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata