Farnesina: Collegare immigrazione a terrorismo privo di senso

Roma, 22 gen. (LaPresse) - "Nel corso dell'incontro di questa mattina a Londra, il ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale Paolo Gentiloni ha ripetuto quanto detto in diverse occasioni pubbliche nelle scorse settimane. Stabilire generiche relazioni tra terrorismo e immigrazione, oltre ad essere privo di senso, significherebbe fare un regalo ai terroristi. Di fronte ai rischi di infiltrazioni comunque vigilano le nostre forze di sicurezza e l'intelligence". Lo riferisce in una nota la Farnesina, in risposta ad alcune dichiarazioni di esponenti politici sulle parole del ministro Gentiloni, che non ha escluso che possano esserci dei terroristi tra chi entra irregolarmente in Italia.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata