Facebook, inchiesta su scandalo dati: sospese circa 200 app
Esperti al lavoro per analizzare le applicazioni che potrebbero essere coinvolte nel caso

Facebook ha sospeso "circa 200" app sulla sua piattaforma, nell'ambito di un'inchiesta sull'uso improprio dei dati dei propri utenti. Ime Archibong, vicepresidente product partnerships, ha dichiarato che il processo investigativo è "in pieno svolgimento" e che Facebook ha "un team numeroso di esperti interni ed esterni che stanno lavorando duramente per analizzare queste app il più velocemente possibile". Se sarà provato che queste, o altre app, hanno fatto un uso improprio dei dati, Facebook provvederà a vietarle e a mettere al corrente gli utenti tramite la sua piattaforma.

Le rivelazioni sul caso di Cambridge Analytica hanno sollecitato le indagini su entrambe le sponde dell'Atlantico e hanno portato Facebook a rafforzare le sue policies sulla condivisione e accessibilità dei dati personali.

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata