Facebook annuncia nuovi strumenti per tutelare la privacy
Dopo lo scandalo dei dati rubati a milioni di utenti da Cambridge Analytica il social corre ai ripari

Facebook annuncia nuovi strumenti "più facili da trovare e da usare" per tutelare la privacy degli iscritti al social network, dopo lo scandalo dei dati rubati a milioni di utenti dalla società Cambridge Analytica, a cui hanno fatto seguito la scorsa settimana gli annunci di Mark Zuckerberg. In particolare, invece di avere le impostazioni sulla protezione dei dati personali distribuite su quasi 20 schermate diversi, sono ora accessibili da un unico menu.

Gli utenti potranno aggiungere più livelli di protezione al proprio account, come l'autenticazione a due fattori e, se viene attivata questa opzione e qualcuno tenta di accedere all'account da un dispositivo che Facebook non riconosce, viene chiesto di confermare chi sta accedendo effettivamente. Il social netowrt sta anche semplificando il download dei dati condiviso con Facebook.

Gli utenti potranno caricare una copia protetta e persino spostarla su un altro servizio. Ciò include le foto caricate, i contatti aggiunti al tuo account e i post sulla timeline. Inoltre, precisa il social network, "prenderemo ulteriori provvedimenti nelle prossime settimane per permettere alle persone di avere un controllo maggiore della loro privacy".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata