Europee, Merkel: "No alla Lega nel Ppe, approcci troppo diversi"
Europee, Merkel: "No alla Lega nel Ppe, approcci troppo diversi"

La cancelliera boccia un eventuale accordo con l'asse populista che, oltre a Salvini, comprenderebbe anche Orban e Le Pen. Di Maio: "Allearsi con Juncker è da incoerenti"

"Il partito popolare europeo non può aprirsi al partito del signor Salvini, abbiamo approcci diversi". Parola della cancelliera tedesca, Angela Merkel, protagonista di un'intervista esclusiva rilasciata ai giornali del Gruppo Europa (El Pais, The Guardian, Gazeta Wyborcza, La Stampa, Süddeutsche Zeitung, Le Monde) e di cui La Stampa pubblica alcune anticipazioni. La leader della Germania non è quindi favorevole a un accordo con l'asse populista che il Carroccio del vicepremier e ministro dell'Interno italiano sta costruendo con alleati che vanno dal premier ungherese, Viktor Orban, alla numero del Rassemblement national, la francese Marine Le Pen.

Sulla questione interviene anche Luigi Di Maio, che definisce "incoerente" una scelta del genere da parte della Lega: "È un po' singolare vedere la Lega che si va ad alleare con Juncker. Cioè con quelli che hanno rappresentato in questi anni l'austerity. Lo dico perché il nuovo fronte che sta nascendo vede la Lega con il partito popolare, quindi Juncker con i nuovi sovranisti. Noi in questi anni abbiamo guardato a queste forze politiche come quelli che hanno tagliato gli aiuti a famiglie e welfare e hanno voluto la legge Fornero. Guardare a quella idea di politica è un po' incoerente". 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata