Europarlamento: Cresce la propaganda anti-Ue della Russia
Approvata una risoluzione: si "tenta di distorcere la verità e dìvidere"

 La pressione della propaganda sull'Unione europea dalla Russia e dai gruppi terroristici islamici sta crescendo. Mettono in guardia in questo senso i deputati del Parlamento europeo, che hanno approvato una risoluzione in cui affermano che la propaganda "tenta di distorcere la verità, incitare la paura, provocare il dubbio e dividere l'Ue". Gli europarlamentari, si apprende da una nota, hanno proposto di rafforzare la task force incaricata della "comunicazione strategica" e di investire di più in campagne di sensibilizzazione, educazione, media online e locali, giornalismo investigativo e information literacy.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata