Erdogan: Europei non al sicuro se atteggiamento non cambia
"Chiediamo all'Europa di rispettare i diritti umani e la democrazia"

 "Se l'Europa continuerà su questa strada, nessun europeo in nessuna parte del mondo potrà camminare al sicuro nelle strade. Noi, come turchi, chiediamo all'Europa di rispettare i diritti umani e la democrazia". Lo ha dichiarato il presidente turco, Recep Tayyip Erdogan, parlando ad Ankara a un incontro con i giornalisti locali.

L'APPELLO DI STEINMEIER.  "Presidente Erdogan, sta mettendo a rischio tutto ciò che lei, con gli altri avete costruito". Lo ha dichiarato nuovo presidente della Germania, Frank-Walter Steinmeier, nel suo discorso inaugurale, rivolgendosi direttamente all'omologo turco, Recep Tayyip Erdogan. "Lo sguardo che rivolgiamo" alla Turchia, ha proseguito, "è di preoccupazione sul fatto che tutto ciò che è stato costruito per anni e decenni venga distrutto". Steinmeier ha inoltre detto di sperare che Ankara dia "credibili segnali" che permettano un allentamento delle tensioni, alte tra i due Paesi a seguito della cancellazione di comizi di ministri turchi in Germania e dell'arresto in Turchia di un corrispondente turco-tedesco di Die Welt. "Basta con gli indicibili paragoni con il nazismo", "non tagliate i legami con quei popoli che vogliono una partnership con la Turchia. Rispettate lo stato di diritto e la libertà dei media e dei giornalisti. E scarcerate Deniz Yucel" ha aggiunto Steinmeier.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata