Erdogan: Continuerò a definire i paesi Ue nazisti e fascisti
"Non lasciano tenere discorsi in Europa ai miei ministri"

- Il presidente turco, Recep Tayyip Erdogan, ha annunciato che continuerà a definire i Paesi europei "rimasugli di nazismo e fascisti", se continueranno con "l'attuale atteggiamento contro la Turchia". Ha aggiunto: "Non lasciano tenere discorsi in Europa a miei ministri", "una volta che il referendum del 17 aprile sarà concluso valuteremo, tutto ha un prezzo". Erdogan ha ripetutamente rivolto accuse di quel genere a diversi Paesi europei, tra cui la Germania, perché essi hanno vietato a ministri di Ankara di parlare in eventi di campagna elettorale nel loro terrirorio, in vista del referendum costituzionale in Turchia.


Fonte Reuters - Traduzione LaPresse
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata