Elezioni Svezia, cresce la destra ma non c'è maggioranza

I socialdemocratici arrancano ma restano in testa mentre l'estrema destra avanza ma non vola. È il quadro che emerge dalle elezioni legislative in Svezia dove c’è un testa a testa tra la coalizione di governo e l’opposizione. Ma nessuna delle due ha la maggioranza in Parlamento. Il partito anti-immigrazione dei Democratici svedesi sfiora il 18%. I socialdemocratici del premier Stefan Lofven restano il primo partito. In alcuni seggi elettori e giornalisti intimiditi e aggrediti da militanti neo-nazisti. Finora nessun partito si è detto disposto a collaborare con l'estrema destra che quindi dovrebbe restare fuori dai giochi. Nessuna delle due parti riesce ad ottenere oltre il 50% dei 349 seggi in gioco