Egyptair, il fumo proveniva da un motore dell'aereo scomparso
La rivelazione della Cbs, che cita fonti egiziane

Il fumo rilevato dai sistemi automatici di bordo nell'aereo Egyptair precipitato giovedì nel mar Mediterraneo con 66 persone a bordo proveniva da un motore. Lo hanno affermato fonti egiziane, citate dal Cbs News, che non ha fornito precisazioni su di esse. L'emittente americana oggi ha anche annunciato, citando fonti governative del Cairo, che le scatole nere dell'Airbus 320 sono state individuate nella stessa area in cui ieri erano stati ritrovati resti umani e rottami. Rimangono ancora sconosciute le cause e la dinamica che hanno fatto precipitare l'Airbus mentre era in volo tra Parigi e il Cairo, tra le ipotesi anche che si sia trattato di un attacco terroristico, anche se non c'è stata nessuna rivendicazione.

FOTO - LE SCATOLE NERE E I RESTI RITROVATI

Intanto, resti umani, alcuni effetti personali e rottami sono stati individuati al largo delle coste di Alessandria, a circa 290 chilometri a nord della città. Le forze armate egiziane hanno diffuso oggi le prime fotografie degli oggetti rivenuti.  Si attendono le analisi delle scatole nere per poter fare chiarezza sull'accaduto.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata