Egitto, Manfredi: Ritorneremo alla carica su Zaki per processo giusto

Milano, 2 lug. (LaPresse) - "Dobbiamo far pressione sul governo egiziano per fare in modo che Zaki abbia un processo giusto. Non può rimanere in carcere senza che ci sia un processo osservato dagli organismi internazionali". Così il ministro per l'Università e la ricerca, Gaetano Manfredi, in conferenza stampa all'Università Statale di Milano, rispondendo a una domanda su Patrick George Zaki, 27 anni, attivista e studente dell'Università di Bologna, che resta prigioniero in Egitto. "Prima della pandemia erano cominciati degli incontri in tribunale. La pandemia - ha aggiunto - ha rappresentato un momento di blocco per le procedure giudiziarie. Comunque, ritorneremo alla carica con il governo egiziano per garantire queste condizioni, che ci sia una decisione rapida del futuro di Zaki e tutto venga fatto seguendo le regole internazionali".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata