Egitto, legale reporter al-Jazeera: Ora corte deve decidere su rilascio

Il Cairo (Egitto), 1 gen. (LaPresse) - I giornalisti di al-Jazeera "non saranno rilasciati fino a quando non compariranno davanti alla nuova corte, che deciderà se rilasciarli o meno". Così Mostafa Nagy, avvocato di due dei tre reporter che erano stati condannati al carcere in Egitto con l'accusa di aver diffuso notizie false, a favore dei Fratelli musulmani. Oggi un tribunale ha annullato le condanne nei loro confronti, che andavano da sette a dieci anni di detenzione, e ha ordinato un nuovo processo. Nagy e un altro legale hanno spiegato che il giudice non ha ancora fissato una data, anche se è possibile che il processo si tenga entro un mese. I tre, Peter Greste, Mohamed Fahmy e Baher Mohamed, vennero arrestati nel dicembre 2013 e attualmente sono detenuti nel carcere di Tora. Due mesi fa, il presidente Abdel Fattah al-Sisi aveva fatto ipotizzare una possibile grazia nei loro confronti.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata