Egitto, islamici sparano sulla cattedrale copta: 1 morto e 21 feriti

Il Cairo (Egitto), 7 apr. (LaPresse/AP) - Una persona è morta e almeno altre 21 sono rimaste ferite nel corso di nuovi violenti scontri avvenuti oggi al Cairo tra musulmani e cristiani copti. Una folla di islamici ha lanciato pietre e sparato con fucili a pallini contro centinaia di cristiani che avevano appena terminato i funerali dei quattro copti che hanno perso la vita ieri proprio in scontri con i musulmani (nel corso dei quali è morto anche un islamico). La vittima è deceduta proprio a causa delle ferite riportate pre i fucili a pallini. I cristiani, dopo aver lasciato la cattedrale copta ortodossa del Cairo, stavano manifestando contro il governo, intonando slogan contro il presidente Mohammed Morsi.

Gli islamici - secondo alcune testimonianze - hanno costretto i cristiani a tornare alla cattedrale e a rifugiarvisi dentro, con una pioggia di pietre dai tetti dei palazzi circostanti. La polizia, in assetto antisommossa, è intervenuta lanciando lacrimogeni, molti dei quali sono finiti anche dentro la cattedrale, causando il panico tra chi ancora si trovava dentro per il funerale, tra cui donne e bambini. Le immagini trasmesse in diretta dalla tv privata Ontv hanno mostrato giovani sul tetto di un palazzo adiacente alla cattedrale esplodere colpi di pistola verso la cattedrale.

I copti rappresentano circa il dieci per cento della popolazione egiziana. Da tempo denunciano di essere oggetto di discriminazione e dalla fine del potere di Hosni Mubarak le tensioni con i musulmani sono esplose.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata