Egitto, ElBaradei: Rinuncerei a presidenza per guidare governo

Il Cairo (Egitto), 26 nov. (LaPresse/AP) - Mohamed ElBaradei ha fatto sapere che rinuncerebbe a candidarsi alla presidenza egiziana, se gli fosse chiesto ufficialmente di guidare un governo di unità nazionale. Il politico, ex direttore dell'Agenzia internazionale per l'energia atomica (Aiea) e premio Nobel per la pace, lo ha fatto sapere con una nota, in cui spiega che sarebbe disposto a guidare il governo con cui gestire la fase di transizione nel Paese. Ventiquattro gruppi di protesta, tra cui due partiti politici, hanno annunciato che stanno creando il proprio governo "di salvezza nazionale", da affidare alla guida di ElBaradei e a deputati provenienti da tutto lo spettro politico. Oggi ElBaradei ha incontrato il maresciallo Hussein Tantawi, capo della giunta militare che ha preso il potere a seguito della caduta di Hosni Mubarak a febbraio. Tantawi ha incontrato anche un altro possibile candidato alla presidenza, Amr Moussa, ex leader della Lega araba.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata