Egitto, digiuna da oltre 100 giorni: sarà liberato reporter al-Jazeera

Il Cairo (Egitto), 16 giu. (LaPresse/AP) - La procura generale dell'Egitto ha ordinato il rilascio del giornalista di al-Jazeera Abdullah Elshamy, che è in sciopero della fame da oltre 100 giorni per protestare contro la sua lunga detenzione senza processo. Lo ha annunciato l'ufficio del procuratore generale, precisando che insieme a lui saranno liberate altre 13 persone e adducendo come motivazione "le condizioni di salute".

ElShamy era stato arrestato lo scorso 14 agosto mentre seguiva al Cairo il violento sgombero di uno dei sit-in dei sostenitori del presidente deposto Mohammed Morsi, in cui rimasero uccise centinaia di persone e migliaia ferite. Due giorni dopo il suo arresto, i procuratori accusarono il giornalista di appartenere a un gruppo vietato, di avere attaccato funzionari governativi e di altri atti di violenza e sabotaggio. Tuttavia le autorità non lo hanno mai incriminato per alcun reato.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata