Egitto, ai Fratelli musulmani il 47% dei seggi in Parlamento

Il Cairo (Egitto), 21 gen. (LaPresse/AP) - I risultati definitivi delle prime elezioni dalla caduta di Hosni Mubarak in Egitto assegnano la vittoria a Libertà e Giustizia, gruppo politico legato ai Fratelli musulmani, che ottiene il 47% dei seggi dell'Assemblea del popolo, ossia 235 dei 498 posti della Camera bassa del Parlamento. Secondo è giunto il partito ultraconservatore salafita Al-Nour, con il 25% dei seggi. Il Blocco egiziano liberale, guidato da Naguib Sawiris, si è assicurato il 9% dei seggi, così come un altro partito liberale, Wafd. Il Parlamento si riunirà per la prima volta lunedì.

Intanto, il procuratore militare Adel el-Morsi ha fatto sapere che la giunta militare, in occasione del primo anniversario dell'inizio delle rivolte che hanno destituito Hosni Mubarak, grazierà 1.959 detenuti giudicati da tribunali militari. Ha aggiunto che i prigionieri saranno liberati lunedì. Tra i rilasciati ci sarà anche il blogger Maikel Nabil Sanad, in carcere per aver criticato l'esercito. Arrestato a marzo, è stato condannato a due anni di carcere per aver criticato le forze armate e aver pubblicato false informazioni. Nel suo blog aveva paragonato la giunta militare al regime di Mubarak, affermazione molto diffusa tra i dimostranti.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata