Egitto, 7 giornalisti arrestati a piazza Tahrir
Tra questi Basma Mostafa che intervistò la famiglia presso cui erano stati trovati i documenti associati a Giulio Regeni

La polizia egiziana ha arrestato in piazza Tahrir, al Cairo, sette giornalisti, tra cui Basma Mostafa che intervistò la famiglia presso cui erano stati trovati i documenti associati a Giulio Regeni. Lo ha fatto sapere Daily News Egypt, facendo inoltre i nomi di Eslam Al-Banna e Mohamed El-Sawi. La testata cita come fonte il marito della giornalista Basma Mostafa, Karim Abdelrady, che ha dato la notizia su Twitter. Oggi nella capitale egiziana sono attese proteste contro l'accordo per la cessione della sovranità sulle isole Tiran e Sanafir all'Arabia Saudita. Dei sette reporter non si conosce dove si trovino al momento, sottolinea Daily News Egypt.

Intanto il sindacato della stampa egiziana condanna l'arresto dei giornalisti e chiede che siano rilasciati, denunciando che "impedire ai giornalisti di fare il loro lavoro è un crimine". Lo fa sapere i Daily News Egypt, che cita anche il fatto che il reporter Mohamed Abdel Qudous ha dichiarato sui media che gli è stato impedito di entrare al sindacato della Stampa. "In 75 anni, questa è la prima volta che ciò accade", ha affermato, descrivendo le strade che portano alla sede come chiuse dalle forze speciali armate con mitragliatrici.

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata