Egitto, 38 sostenitori di Morsi uccisi al Cairo in scontri con esercito

Il Cairo (Egitto), 27 lug. (LaPresse/AP) - Almeno 38 sostenitori del presidente deposto Mohammed Morsi sono morti al Cairo, in Egitto, durante gli scontri con le forze di sicurezza seguiti alle manifestazioni. Lo fa sapere il medico Yehia Mikkia, spiegando che il numero reale delle vittime è probabilmente maggiore. Molti feriti sono stati trasportati negli ospedali fuori dal sit-in dove i sostenitori dei Fratelli musulmani sono accampati da tre settimane. Mikkia ha stimato che i feriti siano centinaia. Gli scontri sono iniziati dopo che la polizia ha sparato gas lacrimogeni per disperdere le centinaia di sostenitori di Morsi che hanno tentato di estendere il sit-in nella parte orientale del Cairo. Ore prima, milioni di persone erano scese in strada in risposta all'appello del capo dell'esercito, generale Abdel-Fattah el-Sissi, che aveva chiesto massicce manifestazioni che gli dessero mandato di fermare il potenziale terrorismo" dei sostenitori di Morsi.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata