Ecuador, multa da $1 mln a giornalisti per diffamazione presidente

Quito (Ecuador), 7 feb. (LaPresse/AP) - Un tribunale in Ecuador ha ordinato a due giornalisti accusati di diffamazione di pagare un milione di dollari ciascuno al presidente Rafael Correa. I due reporter, Juan Carlos Calderon e Cristian Zurita, sono stati condannati per aver scritto nel loro libro 'Il grande fratello' che il presidente sapeva di presunti contratti tra compagnie legate a suo fratello Fabricio e lo Stato. Secondo il giudice Mercedes Portilla, il presidente ha riportato "danni morali" per il modo in cui i giornalisti hanno descritto i contratti dal valore di 600 milioni di dollari. Correa negò di essere a conoscenza di contratti del genere nel 2009, dopo che la notizia era stata riferita per la prima volta dal quotidiano El Expreso, e in seguito li annullò. Il libro di Calderon e Zurita è uscito nel 2010. Gruppi per la libertà di stampa hanno accusato il presidente di voler zittire le critiche.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata