Ecuador, compagnia Gb respinge accuse su cimice in ambasciata Londra

Londra (Regno Unito), 4 lug. (LaPresse/AP) - La compagnia britannica The surveillance group nega di aver nascosto una cimice nell'ambasciata dell'Ecuador a Londra, definendo la notizia "totalmente falsa". La dichiarazione arriva dall'amministratore delegato Timothy Young, poco dopo che il ministro degli Esteri di Quito, Ricardo Patino, ha attribuito alla compagnia il microfono trovato in una stanza della sede diplomatica. The surveillance group, dichiara Young, "non è, e non è mai stata, coinvolta in alcuna attività di questo tipo" e ha appreso della notizia dai media. La cimice, ha spiegato Patino, è stata trovata a metà giugno nell'ufficio dell'ambasciatrice Ana Alban, in una presa elettrica. Il fondatore di WikiLeaks Julian Assange vive da oltre un anno nell'ambasciata a Londra, ma in un'altra stanza.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata