Ebola, in arrivo in Liberia nuovi aiuti degli Stati Uniti

Monrovia (Liberia), 9 ott. (LaPresse/AP) - Arriveranno nelle prossime ore in Africa occidentale gli aerei militari degli Stati Uniti con i nuovi aiuti degli Usa per contrastare l'epidemia di Ebola in corso nella regione. Lo ha annunciato il capitano dell'esercito statunitense R. Carter Langston, in un comunicato circolato via e-mail, affermando che gli aerei atterreranno oggi al campo di volo Roberts, alla periferia di Monrovia, in Liberia. "Un convertiplano MV-22 Osprey e un aereo da rifornimento in volo KC-130 arriveranno insieme a un contingente di marines, con il compito di supportare gli sforzi del governo locale per contenere l'Ebola", ha detto il capitano Langston. Gli Stati Uniti hanno già inviato 3mila soldati nella regione, che partecipano alla costruzione di centri medici in Liberia, e presto potrebbero aggiungersi a loro altri mille militari.

Nelle aree colpite dall'epidemia, soprattutto in Liberia e Sierra Leone, c'è una grave carenza di collaboratori sanitari e letti per i malati; i due Paesi hanno infatti posti a sufficienza per assistere fra il 21 e il 26% dei contagiati, ha riferito ieri l'Organizzazione mondiale della sanità (Oms). In Sierra Leone, le truppe del Regno Unito hanno iniziato a costruire nuovi centri di trattamento e cliniche di base.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata