Ebola, da gennaio test di vaccino Usa in Liberia e Sierra Leone

Washington (Usa), 13 nov. (LaPresse/AP) - Due studi su un vaccino per l'Ebola sviluppato negli Stati Uniti inizieranno in Liberia e Sierra Leone a gennaio. Lo ha annunciato Anthony Fauci, responsabile del dipartimento malattie infettive dell'Istituto nazione della sanità Usa (Nih), durante una testimonianza davanti alla commissione Stanziamenti del Senato. Se i test andranno bene, ha riferito Fauci, "sapremo entro la metà del 2015 se abbiamo o meno un vaccino efficace". La commissione ha iniziato ieri a valutare la richiesta dell'amministrazione Obama di destinare 6,2 miliardi di dollari alla lotta contro l'epidemia dell'Ebola.

"Queste risorse sono fondamentali per fermare l'epidemia in Africa e proteggere noi", ha detto Tom Frieden, direttore del Centro per il controllo e la prevenzione delle malattie (Cdc). Frieden ha avvertito inoltre che bisogna cercare du controllare da subito la situazione in Mali, dove sono stati registrati tre possibili casi della malattia. Dei 6,2 miliardi di dollari richiesti al Congresso dal presidente Usa Barack Obama 4,64 miliardi di dollari sarebbero usati subito per la lotta contro la malattia in Africa e per rafforzare il sistema di sanità pubblica negli Usa, per creare 50 centri per la cura dell'Ebola e per accelerare gli studi e i test su vaccini e altre terapie.

Circa 1,5 miliardi di dollari sarebbero invece destinati a un fondo d'emergenza. La senatrice democratica Barbara Mikulski, a capo della commissione Sovvenzioni, ha assicurato che la richiesta sarà valutata rapidamente. "Dobbiamo contenere e sradicare la malattia", ha affermato.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata