Ebola, Cuba invierà 160 operatori sanitari in Sierra Leone

Londra (Regno Unito), 12 set. (LaPresse/AP) - Il ministero della Salute di Cuba ha reso noto che invierà oltre 160 operatori sanitari per aiutare a fermare l'epidemia di ebola in Sierra Leone. La direttrice generale dell'Organizzazione mondiale della Sanità (Oms) Margaret Chan ha dichiarato che l'agenzia è estremamente grata per questo aiuto. "Se andiamo alla guerra contro l'ebola, abbiamo bisogno delle risorse per combattere", ha detto Chan. "Questo farà una differenza significativa in Sierra Leone". Le risorse umane "sono le più importanti", ha detto Chan, spiegando che c'è un bisogno fondamentale di medici e infermieri con esperienza nella regione.

"Non c'è un singolo letto disponibile per un paziente di ebola in tutta la Liberia", ha detto Chan, aggiungendo che sono necessari altri 1.500 operatori sanitari in tutta l'Africa occidentale. Il dottor Roberto Morales Ojeda, ministro della Salute di Cuba, ha invitato altri Paesi a dare un aiuto. Si ritiene che l'ebola abbia ucciso finora oltre 2.200 persone in Africa occidentale. Cuba invierà i medici e infermieri di esperienza e gli altri scienziati in Sierra Leone all'inizio di ottobre. Gli operatori sanitari cubani rimarranno nel Paese africano per sei mesi.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata