È morto Bruce McCandless, primo astronauta a fluttuare libero nello Spazio
La foto di quell'impresa è considerata una delle più emblematiche della Nasa

Nel 1984 fu il primo uomo a fluttuare nello Spazio senza essere attaccato a una navicella e la sua sua foto lasciò il mondo a bocca aperta. A 80 anni d'età l'astronauta Bruce McCandless è morto, e a darne l'annuncio è stata la Nasa, che non ha fornito alcun dettaglio sulle cause.

Con un propulsore, l'astronauta si spostò di oltre 100 metri dalla navicella Challenger, esperienza che ricordò come "sensazione meravigliosa". Il New York Times in prima pagina definì il suo volo "uno spettacolo di coraggio e bellezza". "Può essere stato un piccolo passo per Neil Armstrong, ma per me è un gran salto meraviglioso", dichiarò l'astronauta.

McCandless ebbe una lunga carriera alla Nasa e nel 1969, quando lavorò al centro di controllo a Houston per la missione Apollo 11 della passeggiata sulla Luna, fu lui l'operatore al quale Neil Armstrong, il primo astronauta a mettere piede sulla Luna, commentò l'impresa con le famose parole "un piccolo passo per un uomo, un grande passo per l'umanità".

Nato a Boston, in Massachusetts, frequentò la scuola a Long Beach, in California, e poi si diplomò all'Accademia navale di Annapolis in Maryland, dove fu compagno di classe dell'attuale senatore repubblicano John McCain. "La iconica foto di Bruce che fluttua senza sforzo nello Spazio ha ispirato generazioni di statunitensi a credere che non ci sono limiti al potenziale umano", ha ricordato McCain.

McCandless, capitano della Marina Usa in pensione, ha trascorso nello Spazio oltre 312 ore. Fu uno dei 19 astronauti selezionati dalla Nasa ad aprile del 1966 e volò su due missioni di shuttle, nel 1984 e nel 1990. Fu proprio durante la missione del 1984 che diventò il primo astronauta a fluttuare nello Spazio senza essere legato alla navicella, utilizzando la Manned Maneuvering Unit (Mmu).

La foto di quell'impresa è considerata una delle più emblematiche della Nasa: "Sarà sempre conosciuto per la sua foto iconica mentre vola con il Mmu", ha dichiarato Robert Lightfoot della Nasa.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata