Deputati laburisti sfiduciano Corbyn dopo Brexit
"Sono stato democraticamente eletto e non tradirò i miei sostenitori. Il voto di oggi non ha legittimità costituzionale"

La maggioranza dei deputati laburisti britannici ha votato a favore della sfiducia del leader del partito, Jeremy Corbyn. Secondo quanto riferito dalla Bbc, i voti contro Corbyn sono stati 172, quelli a sostegno 40, le astensioni quattro. In risposta alla mozione di sfiducia, Corbyn ha fatto sapere che non si dimetterà in questo "periodo critico per il nostro Paese". In una nota, citata da Bbc, ha affermato: "Sono stato democraticamente eletto leader del nostro partito per un nuovo tipo di politica dal 60% dei membri e sostenitori del Labour e non li tradirò dimettendomi. Il voto di oggi non ha legittimità costituzionale".

MINISTRI 'OMBRA' SI DIMETTONO A CATENA. Intanto continua l'ondata di dimissioni a catena dei ministri del governo ombra laburista. Secondo quanto riporta la Bbc, si sono dimessi Sarah Champion da ministra ombra per la Prevenzione degli abusi, Lyn Brown da ministra ombra dell'Interno, Kevin Brennan, ministro ombra per Affari e innovazione, e Clive Efford, ministro ombra per Cultura, media e sport.

Nei giorni scorsi altri tre membri del governo ombra hanno rassegnato le proprie dimissioni in rappresaglia contro la leadership del politico 67enne, dopo la vittoria della Brexit nel referendum di giovedì. Il portavoce laburista per le Forze Armate, Toby Perkins, la numero due degli Esteri, Diana Johnson, e la ministra per la Società civile,  Anna Turley, si sono uniti agli altri 12 ministri ombra che domenica hanno mostrato sfiducia verso Corbyn.

LEGGI ANCHE Brexit, lasciano undici ministri 'ombra' del Labour

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata