Danimarca, incidente ferroviario sul Great Belt Bridge: otto morti

Il forte vento ha scoperchiato il tetto di un convoglio merci che ha colpito un treno passeggeri sul ponte che collega le isole di Zelanda e Funen. Ci sono anche 16 feriti

Sale a otto morti il bilancio delle vittime dell'incidente ferroviario sul ponte che collega le isole di Zelanda e Funen, in Danimarca. Lo fa sapere la polizia danese spiegando che gli agenti sono riusciti a ispezionare il treno e hanno scoperto altri corpi. Le vittime sono cinque donne e tre uomini. Vi sono anche 16 feriti ma nessuno in gravi condizioni.

Secondo quanto riferito dai media, il tetto di un treno merci sarebbe stato scoperchiato dai forti venti e avrebbe colpito un treno passeggeri che viaggiava nella direzione opposta. Nelle immagini, si vede sul ponte un vagone merci semisfasciato con i loghi della birra Carlsberg. Da questo vagone sarebbero partiti pezzi pesanti e taglienti che avrebbero sfondato una carrozza passeggeri di un convoglio che passava a fianco sembra in direzione contraria.

Il traffico stradale e ferroviario è stato chiuso per varie ore a causa dell'incidente; quello stradale in direzione di Selandia è poi ripreso, mentre le connessioni ferroviarie sono rimaste bloccate in entrambe le direzioni. Il ponte Grande Belt è costituito da una strada sospesa e da un tunnel ferroviario che collega Selandia alla piccola isola di Sprogo, e da un ponte sia stradale sia ferroviario tra Sprogo e Funen.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata