Danimarca,4 condanne per attacco sventato a giornale vignette Maometto

Copenaghen (Danimarca), 4 giu. (LaPresse/AP) - Una Corte della Danimarca ha condannato quattro uomini riconoscendoli colpevoli di aver pianificato un attacco terrorista nel 2010 contro il giornale Jyllands-Posten che nel 2005 pubblicò delle vignette con il profeta Maometto. I quattro, residenti in Svezia, erano sotto rigida sorveglianza da parte delle agenzie di intelligence di Svezia e Danimarca e furono arrestati a dicembre del 2010, poche ore dopo che l'attacco era stato sventato. Secondo gli investigatori, i quattro stavano pianificando una sparatoria negli uffici del giornale.

La sentenza sarà annunciata nelle prossime ore e i condannati rischiano fino a 16 anni di prigione. I quattro erano residenti in Svezia ma originari di Nord Africa e Medioriente. Si tratta di Munir Awad, Omar Abdalla Aboelazm, Mounir Ben Mohamed Dhahri e Sabhi Ben Mohamed Zalouti. Tutti avevano negato le accuse durante il processo, ma avevano dato versioni contrastanti sull'obiettivo del loro viaggio in Danimarca. Nelle registrazioni di alcuni video di sorveglianza, che sono state presentate come prove durante il processo, si vedono i quattro che si incontrano a Stoccolma e discutono di martirio, del quotidiano Jyllands-Posten e di cosa intendono fare, cioè uccidere quante più persone possibile nella sede del giornale e prendere un ostaggio. Durante una celebrazione di preghiera in Danimarca prima del loro arresto, inoltre, nel corso della discussione si sente qualcuno che dice: "quando incontri gli infedeli, taglia loro la gola".

L'anno scorso un uomo somalo che viveva in Danimarca è stato condannato per terrorismo a 10 anni di prigione dopo aver fatto irruzione con un'ascia nel 2010 nella casa di uno dei vignettisti che avevano disegnato le immagini di Maometto. Un uomo originario della Repubblica Ceca, inoltre, è stato condannato a 12 anni di carcere per aver preparato una lettera bomba che esplose in un hotel di Copenaghen sempre nel 2010 mentre la stava assemblando. La scorsa settimana, infine, due fratelli danesi di origini somale sono stati arrestati perché sospettati di aver pianificato un attacco per vendicare la pubblicazione delle vignette.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata