Dall’attacco con l’acido alla rinascita con l’arte: la storia di Massoumeh Attaie
Massoumeh Attaie non vuole essere definita solo come vittima. Perché dopo che suo suocero le ha buttato dell'acido in faccia, sfigurandola e rendendola cieca da un occhio, solo perché aveva osato chiedere il divorzio dal marito, è riuscita a cominciare una nuova vita attraverso l'arte. Oggi, a 35 anni, otto anni dopo quel terribile attacco, Massoumeh è diventata una scultrice e insegna arte ad altre persone non vedenti. Vive a Tehran con il figlio 12enne e in questi giorni ha organizzato una mostra in una galleria della capitale, la Ashianeh, con opere sue e dei suoi allievi. "Voglio che sia un incoraggiamento per gli altri a rialzarsi, uscire dall'isolamento e ritornare nella società", ha spiegato.