Dallas, morto il sospettato asserragliato in garage
La polizia aveva riferito di uno scontro a fuoco di 45 minuti con l'uomo, che "non collaborava"

E' morto l'uomo che si era asserragliato in un garage di Dallas, in Texas, e aveva avvertito di bombe piazzate nell'edificio e nel centro della città. Lo ha riferito Dallas News, mentre Cbs News ha riferito che "il quarto sospettato per la sparatoria di Dallas è morto a seguito di ferita da arma da fuoco autoinflitta". In precedenza, la polizia aveva riferito di uno scontro a fuoco di 45 minuti con l'uomo, che "non collaborava".

Cinque poliziotti sono stati uccisi da cecchini durante le proteste, mentre altri sono stati feriti, e tre persone sono state fermate. La polizia, tuttavia, non esclude che altri responsabili delle azioni violente siano ancora in libertà, secondo i media americani.

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata