Dalla mano negata di Melania al Russiagate: l'anno da presidente di Trump
E' passato un anno dall'elezione di Donald Trump a presidente degli Stati Uniti d'America. Era l'8 novembre 2016, grande festa al New York Hilton Midtown con la famiglia Trump al completo sul palco per festeggiare la vittoria del miliardario sbarcato in politica dopo i successi in tv con il reality show 'The Apprentice' che ha sconfitto la democratica ex segretaria di Stato, Hillary Clinton. A distanza di qualche mese, proprio per quelle elezioni è scoppiato il cosiddetto 'Russiagate' (l'inchiesta per capire come i russi abbiano influenzato il voto). Vari gli episodi che hanno segnato l'anno di Trump alla Casa Bianca: dall'lncriminazione di Paul Manafort, uno dei principali responsabili della campagna elettorale di Trump (scandalo in cui è finito anche un altro ex consigliere della sua campagna elettoral, George Papadopoulos che ha confessato di aver mentito agli agenti dell'Fbi) al licenziamento di James Comey, allora capo dell'Fbi. Non sono mancati episodi che hanno creato imbarazzo, come la mano di Melania più volte negata al marito Donald (dal viaggio a Tel Aviv a quello di Roma in cui ha incontrato Papa Francesco), e come quando Agata Kornhauser-Duda, moglie del leader polacco, non ha risposto alla mano tesa del presidente Usa, per stringere prima quella della consorte. E' diventata invece famosa, la prima stretta di mano tra il presidente americano e Putin all'inizio del G20 di Amburgo