Dal Belgio 104 donne tra gli jihadisti partiti per l'estero
Oltre 600 i foreign fighters che si sono uniti all'Isis

Sono almeno 104 le donne che figurano tra le 614 persone partite dal Belgio verso l'estero, principalmente in Siria e Iraq, allo scopo di unirsi allo Stato islamico. Lo ha scritto oggi il sito web 'Knack', pubblicando i dati ufficiali del sistema belga di controllo anti-terrorismo.

Delle 104 donne, una cinquantina sarebbero effettivamente arrivate a destinazione, una sarebbe ancora in viaggio, 18 sarebbero tornate in Belgio, 19 sarebbero ancora all'estero, 16 sono ancora pronte a tornare nei territori in guerra. I dati sono stati diffusi dall'Ufficio del Belgio per il Coordinamento e l'Analisi della Minaccia (Ocam).

Delle 614 persone che in Belgio sono state coinvolte o interessate alle attività dello Stato islamico, 7 sono tra gli esecutori degli attacchi di Parigi e Bruxelles (tra cui i noti Bilal Hadfi, Salah Abdelslam, Mohamed Abrini), mentre 15 si sarebbero uccisi in attacchi suicidi in Siria e Iraq.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata