D-Day, Obama ai veterani: Vostra eredità è in buone mani. Hollande: Non dimentichiamo

Colleville-sur-Mer (Francia), 6 giu. (LaPresse/AP) - "Il nostro impegno per la libertà, l'uguaglianza, la dignità intrinseca di ogni essere umano, questo impegno è scritto nel sangue di queste spiagge e durerà per l'eternità". Lo ha detto il presidente Usa Barack Obama durante le commemorazioni per il 70esimo anniversario dello sbarco in Normandia al cimitero americano di Colleville-sur-Mer, alle quali ha preso parte anche il presidente francese François Hollande. "La vostra eredità è in buone mani", ha detto Obama rivolgendosi ai veterani del D-Day presenti. "Fu una battaglia per la libertà" ha detto Hollande, che ha promesso: "Non dimenticheremo mai quello che dobbiamo agli Stati Uniti". I due leader hanno rievocato gli eventi di quel 6 giugno 1944, hanno reso omaggio ai veterani e ai caduti e hanno sottolineato i legami tra i loro due Paesi.

OBAMA: IL NOSTRO IMPEGNO DURERA' PER L'ETERNITA'. "Il nostro impegno per la libertà, l'uguaglianza, la dignità intrinseca di ogni essere umano, questo impegno è scritto nel sangue di queste spiagge e durerà per l'eternità", ha detto Obama. Il presidente Usa ha descritto gli eventi del D-Day, affermando che "all'alba il sangue si mischiò con l'acqua" e che "migliaia di colpi centrarono la carne e la sabbia". "Siamo venuti qui - ha dichiarato Obama - per ricordare perché l'America e i suoi alleati diedero così tanto per la sopravvivenza della libertà in questo momento di massimo pericolo. E siamo venuti per raccontare la storia degli uomini e delle donne che lo fecero, affinché questa storia rimanga sacra nella memoria del mondo futuro". Obama ha parlato al cimitero dopo aver incontrato in privato alcuni veterani della seconda guerra mondiale, ma anche quelli più giovani, che hanno servito nell'esercito Usa dopo gli attacchi dell'11 settembre 2001. "La vostra eredità è in buone mani", ha affermato, ricordando che suo nonno servì nell'unità del generale Patton e sua nonna era tra le molte donne che andarono a lavorare per sostenere lo sforzo bellico.

HOLLANDE: FU BATTAGLIA PER LA LIBERTA'. "Oggi celebriamo una data memorabile, che fa parte della nostra storia. I nostri due popoli si sono confusi nella stessa battaglia, la battaglia per la libertà". Così il presidente francese François Hollande, che ha aggiunto: "Non dimenticheremo mai il sacrificio dei soldati americani". "Ancora oggi i nosti Paesi sono uniti per rispondere ad altre minacce", ha sottolineato Hollande. "La Francia non dimenticherà mai quello che deve ai soldati, quello che deve agli Stati Uniti".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata