Cuba, Miguel Diaz-Canel eletto presidente: succede a Raul Castro
Ha ottenuto 603 voti su 604, ovvero il 99,83%

Miguel Diaz-Canel é stato eletto alla presidenza di Cuba, come successore di Raul Castro. Lo hanno annunciato i media cubani. Il 57enne, unico candidato, come previsto è stato confermato dall'Assemblea nazionale con un mandato di cinque anni rinnovabile. Ha ottenuto 603 voti su 604, ovvero il 99,83%, ha riferito il portale internet ufficiale Cubadebate.

Primo vice presidente e numero due del governo cubano: 57 anni, Diaz-Canel non porterà l'uniforme militare e non sarà il primo segretario del Partito comunista cubano. Le prime parole dopo l'elezione sono state rivolte alla promessa di mantenere l'isola sul percorso della "rivoluzione" ma anche su quello delle riforme economiche. "Il mandato dato dal popolo a questa legislatura - ha dichiarato - è di continuare la rivoluzione cubana in questo momento storico cruciale, che sarà caratterizzato da ciò che dobbiamo fare per applicare il modello economico" avviato da Castro.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata