Crisi ucraina, Ue prolunga di 6 mesi sanzioni a individui ed entità

Bruxelles (Belgio), 14 set. (LaPresse/EFE) - Il Consiglio dell'Unione europea ha approvato un'estensione di sei mesi, fino al prossimo 15 marzo, delle sanzioni imposte su 149 individui e 37 entità in relazione alla violazione dell'integrità territoriale, della sovranità e dell'indipendenza dell'Ucraina.

La decisione era già stata approvata dagli ambasciatori dei 28 Paesi membri dell'Ue in una riunione tenuta il 2 settembre. "La valutazione della situazione non giustifica in cambio di regime nelle sanzioni, né nella lista delle persone e delle entità affette dalle misure restrittive", ha fatto sapere il Consiglio in un comunicato, in cui viene precisato che un individuo è stato rimosso perché deceduto. Le azioni legali adottate con la decisione del Consiglio saranno rese pubbliche domani sulla Gazzetta ufficiale dell'Ue. Fra le persone sanzionate ci sono comandanti militari, responsabili russi dell'amministrazione della Crimea, penisola ucraina annessa da Mosca nel marzo 2014, e separatisti filorussi in Ucraina.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata