Corte europea: Controllare mail dipendenti è violazione privacy
Storica sentenza della Corte europea dei diritti dell'uomo ai danni della Romania

Era stato licenziato per aver utilizzato a fini personali internet, il telefono e la fotocopiatrice sul posto di lavoro. Ma la Cedu, la Corte europea dei diritto dell'uomo, con una sentenza storica ha condannato la Romania, paese in cui un ingegnere romeno era stato licenziato per questi motivi.

Secondo Strasburgo il datore di lavoro non può controllare le mail dei dipendenti perché viola l'articolo 8 della Convenzione europea dei diritti umani, quello sul diritto alla vita privata. Secondo la sentenza, depositata alla Grande camera della Cedu dal presidente Guido Raimondi, il datore di lavoro deve avvisare del monitoraggio i dipendenti e comunicare in maniera chiara i motivi e i limiti della sua attività. In ogni caso, spetterà al giudice appurare se le ragioni sono sufficienti a giustificare il controllo.


 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata