Coronavirus, Trump parla di 'virus cinese'. Pechino: È indegno

Torino, 17 mar. (LaPresse) - "Alcuni politici americani cercano di stigmatizzare la Cina con il Covid-19, cosa che la Cina condanna fermamente. Esortiamo la parte americana a fermare questa pratica indegna". E' la risposta del portavoce del ministero degli Esteri, Geng Shuang, dopo che il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, in un tweet aveva parlato di "virus cinese" e del supporto che il governo avrebbe fornito ad alcuni settori economici, come le compagnie aeree, che ne erano stati "particolarmente colpiti".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata