Coronavirus, Trump: "Ho sminuito per non creare il panico"

Il presidente replica alle accuse del giornalista Woodward di aver minimizzato i rischi

Il presidente Usa, Donald Trump, non nega di aver minimizzato pubblicamente i rischi legati al coronavirus pur conoscendoli, come emerso dal libro di Bob Woodward 'Rage'. Ma, in una conferenza stampa trasmessa anche sul suo profilo Twitter, spiega: "Non volevo creare il panico. Volevo mostrare fiducia. Abbiamo fatto un lavoro incredibile. Ma semplicemente non volevamo gridare che avevamo un problema, un problema enorme, facendo spaventare tutti".