Coronavirus, Trump nega a esperto Fauci audizione alla Camera
Coronavirus, Trump nega a esperto Fauci audizione alla Camera

Il Presidente USA non vuole che il membro della Task Foce sul Covid parli davanti ai Campidoglio. La Casa Bianca stima al rialzo numero vittime

 La Casa Bianca ha impedito ad Anthony Fauci, massimo virologo americano e membro della task force dell'amministrazione Usa sul coronavirus, di essere audito la prossima settimana alla Camera, controllata dai democratici. Lo speaker della commissione per gli stanziamenti della Camera, Evan Hollander, ha dichiarato che l'organo ha cercato Fauci per un'audizione, ma è stata negata. Hollander ha riferito che un funzionario amministrativo li ha informati che la testimonianza di Fauci è stata bloccata. Nelle scorse settimane il noto virologo aveva avuto contrasi accesi con il Presidente che si era spinto a ipotizzarne l'estromissione dalla squadra di esperti USA messa insieme per fare fronte all'emergenza. 

 "Mentre l'amministrazione Trump porta avanti la risposta governativa al Covid-19, inclusa l'apertura in tutta sicurezza dell'America e l'accelerazione dello sviluppo del vaccino, è controproducente che le stesse persone coinvolte in quegli sforzi compaiono alle audizioni del Congresso", ha detto il portavoce della Casa Bianca Judd Deere nel tentativo di spegnere sul nascere polemiche e critiche.  "Ci impegniamo a collaborare con il Congresso per offrire testimonianza al momento opportuno" ha poi aggiunto. Fauci sarà la settimana dopo in audizione al Senato, controllato dai repubblicani, ha detto un portavoce della commissione per la salute, l'istruzione, il lavoro e le pensioni.

 Nelle stesse ore il presidente Donald Trump fa sapere della sua speranza che il numero totale di decessi da Covid-19 negli Stati Uniti possa essere inferiore a 100.000. Ma anche quello, ha riconosciuto, è un "numero orribile". Le previsioni di Trump sul previsto bilancio delle vittime negli Stati Uniti sono cambiate nel tempo e ha ripetutamente utilizzato stime elevate per sostenere che le azioni della sua amministrazione, in particolare la sua decisione di limitare i viaggi dalla Cina, hanno salvato vite umane. Le sue azioni sono state contestate da funzionari statali, locali e di sanità pubblica che hanno denunciato la carenza di forniture per test e attrezzature di sicurezza per medici e infermieri.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata