Coronavirus, superate 100mila vittime negli Usa

Washington (Usa), 28 mag. (LaPresse/AP) - Mentre il bilancio delle vittime del coronavirus è salito a oltre 100mila negli Stati Uniti, ci sono stati anche numeri record di nuovi contagi in India e preoccupanti segni di una ripresa in Corea del Sud.

La quota di 100mila vittime negli Stati Uniti significa che per il virus sono morti più americani di quanti ne siano stati uccisi nelle guerre del Vietnam e della Corea.

"È un sorprendente promemoria di quanto possa essere pericoloso questo virus", ha affermato Josh Michaud, direttore associato della politica sanitaria globale con la Kaiser Family Foundation di Washington.

L'India, che ospita oltre 1,3 miliardi di persone, ha riferito più di 6.500 nuove infezioni oggi mentre i casi hanno continuato a salire rapidamente. L'ondata arriva quando sta per finire il lockdown durato due mesi nel Paese: terminerà domenica.

La Corea del Sud ha riportato 79 nuovi casi, il suo più grande salto giornaliero in oltre 50 giorni. Un dato che rappresenta una grande battuta d'arresto per una nazione che è stata additata come modello per il contenimento del virus.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata