Coronavirus, Slovenia: Non chiudiamo frontiera con Italia

Milano, 11 mar. (LaPresse) - La Slovenia non chiude il confine con l'Italia, ma prenderà misure per controllare la salute dei passeggeri per limitare la diffusione del coronavirus. Lo ha reso noto il governo sloveno sul suo sito ufficiale. In particolare saranno istituiti sei posti di blocco a Ratece, Robic, Vrtojba, Dioceses, Fernetici e Bloody Potok. Non ci saranno restrizioni per i cittadini sloveni.

Il ministro della Salute Ales Sabeder ha specificato che i controlli sull'ingresso alle frontiere saranno esercitati su persone che non sono cittadini sloveni o che non hanno residenza permanente o temporanea nella Repubblica di Slovenia. Per poter entrare nel Paese bisognerà essere in possesso di un certificato medico, rilasciato non più di tre giorni prima che comprovi la negatività al covid-19.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata