Coronavirus, S&P taglia le stime del Pil globale

Sembra rallentare l’epidemia. La cifra dei nuovi contagi confermati nel Paese, 2.015, è la più bassa dallo scorso 31 gennaio

(LaPresse) Il Prodotto Interno Lordo globale, nel 2020, subirà una contrazione dello 0,3 per cento per effetto del coronavirus. Lo sostiene l'agenzia di rating Standard & Poor's, precisando che le previsioni sul PIL della Cina sono state ridotte dal 5,7 al 5 per cento. Nel frattempo sembra rallentare l’epidemia, almeno stando ai numeri diffusi dalle autorità cinesi. La cifra dei nuovi contagi confermati nel Paese, 2.015, è la più bassa dallo scorso 31 gennaio, in discesa ormai da quasi una settimana. I nuovi decessi sono 97 e portano il totale a 1.115, ma per la prima volta da diversi giorni anche questo dato scende.